I Rossometile in Alchemica, l’evoluzione della specie continua! | (Review: Pier-X)

Rossometile Alchemica Review

Il rosso di metile è un colore che si manifesta solo in determinate condizioni chimiche. Una forma contratta del termine ha regalato il nome alla band salernitana che, con la loro ultima produzione, “ALCHEMICA”,  prepotentemente colora di quel rosso il cuore dei propri fan. I ROSSOMETILE hanno alle spalle una ventina d’anni di attività, numerose trasformazioni nella line-up e numerosi cambi di genere e di stile. Dal mio canto, ho sempre sostenuto a spada tratta il trasformismo, il linguaggio trasversale e la capacità di un artista di evolversi e proporsi ogni volta in una nuova veste, riuscendo a tenere conto dell’esperienza passata. Alchemica, in questo senso, è il viatico che permette ai ROSSOMETILE di accedere trionfalmente nell’Olimpo degli artisti in grado di soddisfare questi parametri emotivi.
La band è composta da: Marialisa Pergolesi (voce), Rosario Runes Reina (chitarra), Rino Balletta (batteria), Pasquale Pat Murino (basso).

La loro ultima fatica si apre con SOLVE, una breve intro dark-ambient che prepara alla tempesta emotiva di AMORE NERO, poderosa cavalcata attraverso l’oscurità di un amore malato ed ossessivo. Una discesa senza speranza negli inferi più profondi ed imprevedibili della coscienza. Con il cuore ancora in tumulto ecco apparire il muro di chitarre de LA FENICE, eccellente singolo da pochi giorni disponibile anche in versione inglese. Segue IL LATO OSCURO, entusiasmante ballata dark-rock, con il testo colmo di gotiche solitudini, ansie, paure, tenebre e…speranze! Con LE ALI DEL FALCO ci inoltriamo in un viaggio alare sorretto dalle note di una song dall’aura medievale. In PANDORA il ritmo torna a salire, mentre in un mondo ormai distrutto la protagonista ancora sta cercando un rimedio all’errore commesso. Il cuore e l’anima continuano a soffrire in PRESENZE, dove i pensieri più reconditi gettano l’incauto ascoltatore in pasto all’oscurità notturna. CANDORE, una notevole ballata prog-pop-dark-goth scandisce il tempo prima del solstizio. NEL SOLSTIZIO D’INVERNO PT. I & II sono due composizioni musicali di alto livello, dove ogni strumento è esattamente al suo posto e dove anche la voce di Marialisa si offre come puro strumento. Di gran pregio anche la scrittura e l’arrangiamento. Incontriamo poi un GUERRIERO SENZA RE che narra le sue peripezie in un contesto musicale ancora una volta scuro e grintoso. VIAGGIO ASTRALE è quadra, summa e centro di questo disco. L’anima pop imprigionata in un corpo musicale hard…prog! Come dei Matia Bazar che cantano Battiato. Più tosti però. Nell’attitudine e nell’impatto. Il brano che da il titolo a tutta l’opera, ALCHEMICA, è un’adrenalinica corsa attraverso la trasmigrazione della materia. Un delizioso prog spumeggiante ruvido e piacevole. Dopo le note soavi e leggere di RIPETIZIONE, altra bella prova del combo, ecco TERRENICA, pianeta musicale sconosciuto che i RM creano attraverso un testo al limite del post atomico calato in un abito musicale serrato e pungente. La lunga fatica dei nostri trova perfetta chiusura in COAGULA, esemplare outro dove quasi percepiamo le anime gotiche dei suonatori di Baronissi rapprendersi lentamente nella salvifica oscurità delle gocciolanti e buie note musicali.

Questo disco è straordinario. Sarà la voce, seppur ancora acerba di Marialisa, sarà che si sente che Rosario Reina ci sa fare col pentagramma e gli strumenti, ed anche bene. Sarà la sezione ritmica tutta che impeccabilmente infonde una sicurezza generale all’esecuzione dei brani. Ho cercato di scoprire le tante anime della band e del disco. Qualcuna l’ho scorta: quella pop, quella di metallo, quella prog e quella gotica, che unendosi in ogni canzone, infondono a tutto il componimento una incredibile ed inaspettata vena dark che scorre attraverso ogni nota ed ogni parola. In altri termini i ROSSOMETILE hanno davvero uno stile riconoscibile, fresco e personale che mi ha trasmesso il desio di altre nuove canzoni . Merito dell’anima musicale che riescono a personificare ed infondere.

Powertracks: Amore nero, La Fenice, Pandora, Alchemica, Terrenica
Symboltracks : Viaggio astrale, La Fenice, Le ali del falco, Nel solstizio d’inverno Pt I e II
“ALCHEMICA” IN A WORD : Imperdibile
Review PIER-X
8,5/10

Related posts

One Thought to “I Rossometile in Alchemica, l’evoluzione della specie continua! | (Review: Pier-X)”

Comments are closed.